Giovedì 15 giugno il tour europeo “Notte magica” approderà al Mitsubishi Electric Halle di Dusseldorf, mentre venerdì 16 farà tappa al Mehr! Theatre di Amburgo: in entrambe le date il Maestro dirigerà la Slovak Sinfonietta Žilina, orchestra slovacca di fama internazionale che ha già incontrato nel concerto inaugurale di Zurigo. Dopo le due tappe tedesche si “volerà” a Mosca.

Tre nuove date per il tour europeo “Notte magica” de Il Volo e dell’orchestra diretta dal Maestro Diego Basso, direttore d’orchestra pop trevigiano apprezzato di recente in grandi produzioni televisive come Viva Mogol! – Rai 1 e Music – Canale 5, che dopo Zurigo, Bruxelles e Londra approdano in Germania: si tratta di giovedì 15 giugno al Mitsubishi Electric Halle di Düsseldorf, venerdì 16 al Mehr! Theater di Amburgo, la seconda città più popolosa del paese dopo Berlino, e domenica 18 al Crocus City Hall di Mosca. In tutte e tre le date il Maestro dirigerà i 40 musicisti della Slovak Sinfonietta Žilina, orchestra slovacca di fama internazionale che ha già affiancato Il Volo nel concerto inaugurale di Zurigo.

La prima tappa sarà a Düsseldorf, capoluogo della seconda regione tedesca a più alta concetrazione di italiani, e il teatro in cui si terrà il concerto, il Mitsubishi Electric Halle (conosciuto anche come Philips Halle perché in origine si chiamava Dutch electronics conglomerate Philips), è un’arena indoor inaugurata nel 1971, con una capacità di circa 7.500 persone. Il secondo palcoscenico è invece, il Mehr! Theater, un teatro multifunzione, l’unico al mondo collocato in un mercato alimentare all’ingrosso, costruito nel 1962 dall’architetto Bernhard Hermkes, e il più grande di Amburgo. Il terzo, a Mosca, è il Crocus City Hall, che, progettato per 7.500 spettatori, si trova nel centro costruito in memoria del famosissimo cantante russo-azero Muslim Magomaev scomparso nel 2008.

Si tratta di tre città cosmopolite, vitali e frizzanti (Amburgo è patrimonio Unesco dal 2015), un vero e proprio cuore culturale europeo pulsante. “La grande vitalità culturale tedesca, che da sempre trova tra le sue prime espressioni la via della musica, – confida il Maestro Diego Basso – mi riempie di curiosità e di entusiasmo nell’affrontare le prossime tre date del tour “Notte Magica”. In Germania si contano oggi circa 50 grandi orchestre sinfoniche e quasi altrettante orchestre da camera e giovanili: questo ci dà la dimensione della ricchezza musicale di questo paese e la sensazione che ho è quella di poter dialogare davvero nella stessa lingua con il pubblico che verrà ad ascoltarci. E poi Mosca: l’anima russa è profondamente musicale e la musica accompagna tutta la vita del popolo russo, che ama molto la musica leggera italiana, fin dalla sua introduzione nel paese con la prima trasmissione del Festival di Sanremo nel 1983”.

Basso con “Notte magica” torna ad affiancare il trio dopo averlo accompagnato nel Tour italiano e nordamericano 2015 – 2016 e nella chiusura del Tour Mondiale all’Arena di Verona il 4 luglio 2016, dove già il 21 settembre 2015 aveva diretto l’orchestra per il concerto evento dei tre tenori, trasmesso da Rai 1. L’avventura professionale accanto a Il Volo nel 2014 ha rappresentato una svolta importante per la sua carriera: i palcoscenici calcati hanno fatto sì che si accendesse l’attenzione sul suo talento e sulla sua bacchetta e che si concretizzassero importanti occasioni televisive come Viva Mogol! su Rai 1 (settembre 2016) e Music su Canale 5 (gennaio – febbraio 2017).

Il tour porta in Europa il Belcanto de Il Volo, arricchito dai brani di “Notte magica – A tribute To the Three Tenors”, già certificato disco di platino: quest’ultimo album è un tributo speciale a Josè Carreras, Placido Domingo e Luciano Pavarotti.

Dopo Dusseldorf, Amburgo e Mosca, sarà la volta del Jardines Del Botanico di Madrid, del Torwar di Varsavia, dello Stadthalle di Vienna e infine del National Palace of culture di Sofia.

Non è tuttavia la prima volta che i palcoscenici internazionali chiamano il Maestro Diego Basso: nel febbraio 2014 ha infatti diretto l’Orchestra Ritmico Sinfonica Italiana, con la partecipazione del compositore Francesco Sartori e del tenore Francesco Grollo, nel grande concerto sulla Portaerei Cavour, a Città del Capo in Sud Africa, all’interno del progetto umanitario della Marina Militare Italiana e della Fondazione Operation Smile Italia Onlus, nel maggio 2016 inoltre ha diretto l’orchestra ed è stato direttore artistico dell’Italian Concert in Kuwait City, progetto artistico sulla romanza italiana, concerto inserito nei festeggiamenti del Kuwait Capitale della Cultura Islamica 2016. Ha inoltre ha già diretto numerose orchestre internazionali come la Guangzhou Symphony Orchestra Cina, per l’Omaggio a Ennio Morricone in occasione del Concerto di Natale nella stagione musicale 2015/2016, e alcune orchestre americane, dalla Detroit Symphony Orchestra a quelle delle città di Chicago, Boston, New York, Washington.

Lascia una risposta