“Unire l’utile al dilettevole”. Secondo questa antica massima, l’Istituto IAL-CISL Germania ha coniugato la celebrazione del 70° della nostra Costituzione con la “Cucina italiana nel mondo” in 6 città del Sud della Germania in cui si tengono corsi di Lingua e Cultura italiana.

Destinatari di quest’offerta commemorativa e formativa sono alunni e genitori, guidati da insegnanti e docenti di Diritto costituzionale presso prestigiosi atenei italiani come la Luiss di Roma e l’Università di Salerno.

Dopo le riuscite esperienze di Mössingen, Stoccarda, Göppingen e Friedrichshafen (tutte città del Baden-Württemberg), a concludere il ciclo è stata la Baviera.

Le città prescelte per considerevole presenza di connazionali sono Kempten ed Augsburg (Augusta) ove grazie alla collaborazione con le locali sedi della Missione Cattolica italiana è stato possibile realizzare l’iniziativa in entrambe le città. Dopo l’accostamento alla nostra Costituzione e alla Grundgesetz da parte del Prof. Marco Galdi dell’Università di Salerno, gli alunni hanno segnalato agli insegnanti di voler assumere anche un ruolo da protagonisti nel variegato mondo della cucina italiana, sottoponendosi al giudizio dei genitori, dei nonni e di alcuni illustri ospiti.

Sia per la cena di Kempten che per il pranzo di Augsburg le tavolate sono state imbandite di antipasti, pasta al pesto e specialità dolciarie siciliane.

È attraverso questo piacevole percorso che si è inteso accattivare l’interesse dei futuri cittadini italo-tedeschi verso la vita delle loro pluripatrie: Italia e Germania, pilastri dell’Unione Europea.

Questo si rispecchia anche nelle parole della Prefazione di Pietro Benassi, (ormai ex Ambasciatore a Berlino ed ora Cons. diplomatico del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte) scritta per la recentissima pubblicazione della Costituzione italiana e la Grundgesetz, fortemente voluta dai Comites Germania:

Egli scrive: “Le due Carte Costituzionali sono accomunate non solo dal bisogno di porre nuove fondamenta su cui costruire un futuro di stabilità e benessere ma anche da una struttura simile nella forma e nell’impostazione di democrazia parlamentare ed hanno avuto negli ultimi settant’anni una grande influenza sul costituzionalismo europeo (e non solo)… Quanto più il futuro è fonte di incertezza, tanto più è importante rimanere ancorati alle nostre radici per far sì che principi come dignità umana, libertà, uguaglianza rappresentino sempre un caposaldo per la nostra società. E proprio per questo è importante ricordare – ancora oggi, dopo settant’anni – il contributo che i due testi costituzionali hanno avuto nel porre tali principi a fondamento dei nostri Stati.”

Lo IAL-CISL Germania, che da quasi mezzo secolo è al servizio della nostra collettività in Germania, ha ritenuto doveroso raccogliere il messaggio dell’Intercomites e soprattutto dell’Ufficio V della Direzione Generale del Sistema Paese del Ministero degli Esteri di promuovere manifestazioni, volte ad accostare alla Costituzione sia i genitori e sia gli alunni dei corsi di lingua e cultura italiana.

All’esperienza fatta nel Baden-Württemberg con l’ineccepibile Prof. Andrea De Petris, docente di Diritto Costituzionale alla Luiss di Roma e a Düsseldorf, si sono aggiunte le due della Baviera, realizzate il 30 novembre ed il 1° dicembre scorso.

In entrambe le località il tocco nuovo è stata la coniugazione della celebrazione del 70° della Costituzione con la Settimana della cucina italiana nel mondo.

Il prof. Marco Galdi e le insegnanti Federica Franzin, Ilaria Quarantiello, Valentina Candidi, Maddalena Hufmann, Antonella Russo-Baratta, magistralmente coordinate con una didattica mirata da Emanuela Salvadori hanno messo in grado una cinquantina di alunni ed i loro genitori di poter condividere i principi fondamentali della Costituzione italiana e della Grundgesetz, nonché gustare le specialità culinarie realizzate in cucina con l’ausilio di alcune mamme volenterose.

Tenendo conto del nostro tricolore, le squadre degli alunni hanno scelto di approntare la classica Pizza Margherita e un piatto a base di pomodorini, mozzarella e basilico.

In onore a Genova, ragazzi ed insegnanti hanno optato per il pesto , approntato con pinoli, basilico, olio e formaggio, pestati nel mortaio per poi condire le trofie, fatte a mano dagli stessi ragazzi.

Per chiudere in bellezza, in entrambe le località a dominare la scena sono stati i cannoli siciliani, andati letteralmente a ruba e quindi premiati dagli adulti quale ricetta meglio riuscita e più gradita dagli adulti.

L’abbinamento dunque “Costituzione – laboratorio di cucina” è risultato essere la carta vincente. E gli alunni, anche i più piccoli, non hanno affatto accusato l’impegno di oltre 7 ore, senza interruzione.

Oltre ai genitori, grande soddisfazione hanno espresso Maria Concetta Capilupi (Dirigente scolastico) del Consolato Generale e Daniela Di Benedetto, Presidente del Comites di Monaco di Baviera che hanno fatto da “madrina” rispettivamente a Kempten e ad Augsburg.

Ad ogni partecipante, ovvero ad alunni, insegnanti e genitori l’Istituto IAL-CISL Germania (ente promotore) ha potuto consegnare una pubblicazione della nostra Costituzione e della Grundgesetz nelle rispettive lingue originali, con le relative traduzioni. La singolare iniziativa è frutto di un progetto fortemente voluto dall’Intercomites Germania.

Il riscontro registrato da queste 6 manifestazioni, è la voglia della periferia di esser coinvolta in iniziative, volte a far elevare l’orgoglio di appartenenza all’Italia attraverso la crescita della diffusione dell’insegnamento della nostra lingua e cultura nelle loro realtà di vita quotidiana.

Tuttavia il grande plauso va innanzitutto agli insegnanti e poi anche al Prof. Marco Galdi dell’Università di Salerno che è riuscito con grande talento comunicativo e maestria a render piacevole e divertente la Costituzione italiana e la Grundgesetz sia ai ragazzi che ai loro genitori. Tanto di cappello!

Lascia una risposta