Si comunica che entro il 30 novembre 2018 possono essere inviate al Consolato di Colonia, per l’inoltro al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, le candidature all’onorificenza “Stella al Merito del Lavoro” per l’anno 2019.

La decorazione è destinata ai lavoratori italiani dipendenti d’imprese pubbliche o private che abbiano già compiuto i 50 anni d’età e che abbiano prestato attività lavorativa ininterrottamente per un periodo minimo di 25 anni documentabili, alle dipendenze di una o più aziende, purché il passaggio da un’azienda all’altra non sia stato causato da demerito personale; è possibile prescindere dal requisito dell’anzianità lavorativa, oltre che nei casi di conferimento alla memoria dell’onorificenza, per quei lavoratori che abbiano dato prove esemplari di patriottismo, di laboriosità e di probità.

La documentazione da presentare per la candidatura (corredata, se in lingua straniera, di traduzione conforme all’originale) è la seguente:

– curriculum vitae firmato dall’interessato, contenente generalità, luogo e data di nascita, eta, residenza, professione e qualità, ragione e sede sociale dell’attuale ovvero dell’ultimo datore di lavoro, anzianità di servizio del candidato, nonché ogni ulteriore informazione utile a segnalare o confermare le benemerenze acquisite dal candidato sul lavoro, nella vita civile ed eventualmente in quella militare (in considerazione della quota percentuale assegnata ai lavoratori che abbiano iniziato la loro attività dai livelli contrattuali più bassi, dovrà essere esplicitamente indicato se il candidato e’ in possesso o meno di tale requisito);

– attestato di servizio rilasciato dal datore di lavoro che faccia stato, oltre che dell’anzianità lavorativa per ciascun rapporto di impiego considerato, dell’esemplare comportamento del candidato nell’ambiente di lavoro, della sua laboriosità e probità;

– dichiarazione sostitutiva di certificazione di nascita e cittadinanza (art. 46 del DPR 28 dicembre 2000, n. 445) compilata sul modulo allegato;

– certificato generale del Casellario Giudiziale, per il cui rilascio e’ competente la Procura della Repubblica con giurisdizione sul Comune di nascita del candidato; i candidati, se lo vorranno, potranno presentare una semplice dichiarazione sostitutiva (autocertificazione) completa di fotocopia del documento d’identità, utilizzando il modulo allegato, sulla base della quale il Consolato Generale richiederà d’ufficio in Italia il certificato del casellario giudiziale.

Tutti i documenti devono essere rilasciati in data recente e comunque compresa nel quarto trimestre del corrente anno. Nel caso di proposte di candidature già presentate in anni precedenti, la documentazione dovrà essere prodotta integralmente ex novo.

Lascia una risposta