Nella regione della Baviera a Sonthofen (Allgäu), si è svolta la cerimonia di commemorazione del 70 Grüntentag, la giornata prescelta a partire dalla fine della 1 guerra mondiale per ricordare tutti gli appartenenti delle Truppe Alpine di ogni Nazione, caduti per la Patria.

In un clima di sentita partecipazione la cerimonia è iniziata sabato 7 settembre presso il cimitero di Sonthofen.

Alla celebrazione hanno preso parte numerosi rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, i due vicesindaci Ingrid Fischer e Harald Voigt con il Parroco Wolf.

Presenti l’Associazione degli Alpini della Germania (Truppen – und Gebirgsjäger Kameradschaft Grün-ten) con il loro Presidente Hans Singer, l’Associazione Nazionale degli Alpini delle sezione Germania con il Presidente Cav. Uff. Giovanni Sambucco, le sezioni Ana di Stoccarda e Augsburg rispettivamente con i loro capogruppi Fabio De Pellegrini e Giovanni Redivo, il Delegato per la Germania Cav. Giulio Mattarocci dell’Istituto del Nastro Azzurro della Federazione di Biella e Vercelli, una delegazione della Sezione ANA di Marostica venuta appositamente dall’Italia con il vice Presidente Fabio Volpato, una rappresentanza di Ufficiali e Sottufficiali in servizio dell’8° Battaglione Gebirgsversorgungsbattaillons in Füssen e due Associazione Combattentistiche Austriache.

Il programma della domenica prevedeva due parallele cerimonie sia sul Monte Grünten che nella città di Sonthofen.

Momento saliente della cerimonia, per intento e significato, è stato l’omaggio ai caduti con la deposizione di una corona da parte del Gruppo Alpini di Stoccarda ai piedi del suggestivo Sacrario sul Monte Grünten.

La celebrazione eucaristica ha avuto luogo domenica 8 settembre presso la parrocchia di St. Michael a Sonthofen dove il parroco ha commemorato i Caduti, sull’altare circondato da stendardi e vessilli di diverse Associazioni d’arma tedesche ed italiane.

Sono state deposte tre corone di fiori da parte del Comune di Sonthofen, dell’Associazione Combattentistica Tedesca Grünten e dell’Istituto del Nastro Azzurro Feder. Di Biella e Vercelli sul monumento accanto alla chiesa (Kriegergedächtniskapelle) dove sono incisi tutti i nomi dei caduti.

Il Sindaco Harald Voigt nel suo discorso, davanti alla cappella commemorativa, ha avuto modo di sottolineare il significato della commemorazione dei caduti, da estendere a tutti i morti che hanno combattuto nelle vicende belliche delle due guerre mondiali.

La cerimonia è terminata con il tradizionale rito della firma sul libro d’Oro degli ospiti illustri del Comune di Sonthofen.

Lascia una risposta