E così, come prevede lo statuto, l’Associazione Italiana di Lippstadt rinnova dopo due anni il proprio Consiglio Direttivo.

Nata nel 1980, dovuta ad una fusione di diverse Associazioni italiane locali, l’A.I.L. è portavoce e punto di riferimento per molti Italiani di Lippstadt e dintorni. Molte sono le iniziative realizzate in questi 39 anni di attività culturali, sociali e ricreative. Nei primi anni l’Associazione è stata responsabile per aver dato opportunità ai bambini italiani di poter visitare tre asili, ricevendo contributi dal ex-Coascit di Dortmund per il pagamento di alcune maestre d’asilo e gestendo una lista di attesa di bambini italiani. Non sono mancate le manifestazioni culturali organizzate puntualmente ogni anno nelle grandi sale di Lippstadt.

L’A.I.L è una associazione senza scopro di lucro, ricevendo così tutte le agevolazioni possibili da parte della Finanzamt tedesca. Inoltre si tratta di una associazione registrata che attesta una certa responsabilità verso le altre istituzioni locali. Negli anni a seguirsi l’Associazione ha avuto la possibilità di mandare dei propri rappresentanti in alcuni comitati consolari presso il Consolato di Dortmund, ad.es. nel COASIT (Comitato Assistenza Italiana) responsabile per la richiesta di sussidi per famiglie italiane in stato di bisogno, oppure nel COASCIT (Comitato di Assistenza scolastica) responsabile per una serie di interventi scolastici. A livello locale l’Associazione si è fatta, a suo tempo, promotrice per il voto comunale per gli Italiani di Lippstadt partecipando con i propri rappresentanti nella Consulta degli Stranieri (oggi Integrationsrat).

Ancora oggi la nostra Associazione si può definire come portavoce degli Italiani di Lippstadt. Anche se il volontariato con gli anni è venuto a mancare, ancora possiamo contare sull’aiuto di molti collaboratori che nelle varie manifestazioni danno il loro contributo per far sì che non manchi la rappresentanza italiana.

Lascia una risposta