Un progetto sportivo e culturale per gli italiani del posto

In questi ultimi anni sono sempre più le organizzazioni italiane in Germania che stanno portando a segno grandi progetti, rivolti soprattutto ai nostri connazionali italiani residenti in Germania. Si tratta di un’iniziativa ricca di sfaccettature, che spazia dallo sport alla cultura e nata attraverso la volontà di un gruppo di giovani italiani il Club Milan Franco Baresi di Pforzheim, rappresentato dal presidente Massimiliano Migliore, l’addetto stampa Salvatore Moscato, i consiglieri direttivi e soci: Antonio Di Stefano, Angelo Di Bernardo, Renato Vitale, Giovanni Marrone, Gino Leone, Carmelo Sammarco, Carnevale Giuseppe e Ficili Gioacchino, tutti volenterosi e ambiziosi di riuscire a riunire quanto più possibili famiglie italiane del posto dando loro una giusta attenzione, indipendentemente dalla loro età.

Il Corriere d’Italia ha incontrato il suo addetto stampa Salvatore Moscato e il presidente in carica Massimiliano Migliore in occasione della tradizionale santa benedizione del centro, fatto da don Arcangelo Biondo della mci pforzheim

Quando Massimiliano Migliore mi ha parlato di questa iniziativa, ho sentito il dovere di abbracciarla e condividerla subito con i nostri soci e con tutti i nostri connazionali del posto. Ho pensato a voi principalmente del Corriere d’Italia per divulgare questo evento, perché vi ritengo una fonte primaria inestimabile e la voce del nostro popolo italiano in Germania, ci dice l’addetto stampa Salvatore Moscato. Seguiamo le vostre notizie con grande interesse e con fermo orgoglio. Siete per tutti noi un esempio e una fonte inesauribile, dove potere attingere con sicurezza le informazioni artistico-culturali, socio umanitarie etc., che ci avvicinano alla nostra Italia. Tengo a precisare se non meglio a scandire che, questa nostra multi iniziativa, non è a scopo di lucro ma esclusivamente un ritrovo e un benvenuto a tutti quelli che desiderano seguire i nostri programmi, sia sportivi sia culturali rivolti a tutti, nessuno escluso. Il Club Milan di Pforzheim, ricca d’idee che calzano bene per tutte le età, deve essere un ritrovo per tutti quelli che intendono abbracciare sportivamente e culturalmente le nostre origini italiane tenendo alto il tricolore.

Desideriamo far arrivare questo messaggio con parole, forme e modi semplicissimi e chiari a tutti. Il nostro obiettivo principale è fare sapere che esistono ancora persone in grado di cambiare davvero le sorti di tanti nostri connazionali italiani, ci dice lo stesso presidente Massimiliano Migliore. Il club Milan deve essere il viatico per fare grande la nostra comunità italiana a Pforzheim e che da oggi saprà farsi conoscere in positivo, sia per la sua originalità, sia per la continuità nel tramandare ai nostri figli la nostra cultura e innovazione italiana conosciuta in tutto il mondo. Molteplici sono le nostre iniziative che attraverso i nostri tifosi e non solo, ci daranno la forza di concretarle. A incominciare da quelle sportive. Coinvolgeremo ad esempio squadre di calcio giovanili provenienti da altre città italiane, disputando incontri di calcio. Ci saranno osservatori del Milan che conosceranno i giovani calciatori italiani all’estero, dando loro l’opportunità di essere selezionati e magari invitati a Milano. Per quanto riguarda la cultura, anche lì grandi iniziative prevalgono in casa club Milan di Pforzheim, conclude Massimiliano Migliore, come organizzare corsi d’italiano per i nostri giovani. Essendo padre sento la necessità che i nostri figli, sappiano scrivere e leggere la nostra lingua madre. Negli incontri non mancheranno le tradizionali feste arricchite piatti prelibati del nostro Bel Paese ma tanto per alleviare il nostro stato di ‘’emigrante’’, per aprire rapporti e scoprire nuove realtà alla conquista di nuovi spazi in Europa.

Lo statuto del Club Milan di Pforzheim con le sue regole è stato fondato e votato dai soci sopra citati e riconosciuto da A.c. Milan di Milano e dal a.i.m.c. (Associazione Italiana Milan Clubs) nel mondo, con la collaborazione e il sostegno da parte della Ass.italiani nel mondo A.I.M.

Il reportage televisivo è stato redatto in collaborazione con la SDA FotoVideo Production ed è visibile al sito ufficiale di televideoitalia.net e sul corriereditalia.de

Lascia una risposta