Il presidente del Comites, Giuseppe Scigliano e Giorgio Taborri, nuovo console ad Hannover, incontrano la comunità italiana

Si è svolto con un grande successo e grande partecipazione di connazionali l’incontro avuto domenica 17 dicembre u.s. presso il salone della Missione Cattolica Italiana in Amburgo, organizzato dal Presidente del Comites di Hannover dott. Giuseppe Scigliano con la presenza del nuovo Console Generale d’Italia in Hannover dott. Giorgio Taborri. Sin dal primo pomeriggio i due rappresentanti istituzionali hanno incontrato la collettività italiana rispondendo ai quesiti posti dagli stessi, inerenti in modo particolare ai problemi burocratici che si sono venuti a verificare in seguito alla chiusura del consolato Generale d’Italia in Amburgo e quindi alle problematiche che soprattutto la comunità deve vivere in zone molto a più a Nord della stessa Amburgo, quali Lubecca, Kiel, Rostock ecc..ecc… per la mancanza di funzionamento soprattutto dei Consolati Onorari, in modo particolare quello di Kiel proprio inesistente ma esistente solo sulla carta; nel mentre quello di Amburgo da qualche mese lamenta la difficoltà del cittadino a recarsi presso lo stesso ora nei locali dell’Istituto Italiano di Cultura, in quanto gli uffici del Consolato Onorario si sono spostati per lavori di ristrutturazione e non si sa quando si riapriranno nella sua sede naturale.

Comunque, ad onor del vero, il Consolato Onorario di Amburgo opera molto bene grazie all’impegno del Console Onorario dott. Anton Andreas Rössner, così come lo stesso in Brema.

Molte e varie sono state le problematiche rappresentate dai connazionali al Presidente ed al Vice-Presidente del Comites ed al Console Generale, i quali hanno dato risposte esaurienti ed esaustive rassicurando quindi i nostri connazionali ed avendo la loro approvazione.

Dopo circa tre ore di incontro e dibattito si è celebrata la Santa Messa allietata dal Coro degli Amici dell’Istituto Italiano di Cultura di Amburgo e.V. ed al termine della stessa si è ritornati nel salone della Missione dove si è vissuto un momento conviviale offerto dal Presidente del Comites. Nel contempo il Console Generale ha avuto modo di continuare a parlare con membri della comunità ed in modo particolare con giovani professionisti che vivono qui ad Amburgo da qualche anno, come ad esempio un Medico Patologo originario delle Marche che opera presso l’Asklepios Klinik Barmbek, un giovane tarantino Responsabile presso il negozio Zara – noto marchio di abbigliamento ed accessori del gruppo spagnolo Inditex -, degli Ingegneri napoletani che lavorano presso l’Airbus Industrie Airspares Support And Services GmbH e l’Airbus Operations GmbH ed altri giovani ragazze/i provenienti da varie parti d’Italia. A latere c’è stato anche l’incontro con alcuni studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Luigi di Savoia” di Rieti ed Amatrice, che accompagnati dalla Dirigente Scolastica e dal suo Vice delegato appunto per la succursale di Amatrice, hanno trascorso una settimana ad Amburgo, presentando i prodotti agro-alimentari della loro terra ed hanno proposto due seminari – nei giorni 15 e 16 – di presentazione dell’olio EVO, il tutto per accrescere la professionalità di persone del settore e sviluppando conoscenze e competenze che rendano più efficace il loro ruolo nella conoscenza degli stessi prodotti.

La giornata si è chiusa intorno alle 20.30 dandosi appuntamento al 14 gennaio 2018 per la chiusura del 65° di Fondazione della Missione Cattolica Italiana di Amburgo ed al nuovo anno per uno o più incontri, come quello da poco vissuto, per rappresentare i bisogni della comunità non a chi vive nel torpore della mediocrità e non si interesse come dovrebbe ai problemi della collettività, ma a chi invece vive appieno la partecipazione nella collettività italiana.

Lascia una risposta